Il numero delle forze presenti sul territorio deve essere direttamente proporzionale a quello degli eventi organizzati. Non lo dice solo la logica ma pure le premesse che hanno portato alla realizzazione del progetto “Tivoli Sicura 2016”. L’iniziativa nasce proprio per garantire un controllo maggiore sul territorio, potenziando i servizi e la sicurezza urbana con un aumento della presenza della polizia locale non solo nel periodo estivo ma pure in quello invernale. Insomma, per fare in modo che tutte le attività previste dalla “Tivoli da bere” siano svolte nel pieno rispetto delle regole è bene che ci sia un aiuto sostanziale anche da parte dei vigili, che quindi sono stati chiamati a fare gli straordinari.

Straordinari che nel mese di dicembre, come si apprende dalla determinazione dirigenziale numero 58 dello scorso 11 gennaio, sono costati 11mila 486 euro per 38 servizi svolti da 28 agenti. Il costo per singola operazione svolta sul territorio in realtà varia: si passa da 190 euro a 427 euro, quest’ultime riferite alla serata più impegnativa in assoluto, quella del 31 dicembre, che dunque da sola con i suoi 7mila e rotti euro costituisce il grosso dell’investimento. Tutto regolare, lavorare in strada in un giorno di festa che più festa non si può, costa e neanche poco come è giusto che sia. Un giorno, l’ultimo dell’anno, che non ha riscosso un grande successo tra i tiburtini, complice il freddo pungente e la pigrizia endemica tipica di chi ad uscire di casa o dal ristorante per celebrare l’anno che verrà non ci pensa neanche lontanamente. Così tra il contributo superiore ai 20mila euro messo dal Municipio per organizzare frizzi e lazzi e gli straordinari di chi è chiamato a presidiare il territorio il Capodanno in piazza non è costato proprio due lire. Per il successo c’è sempre il 2017. alc