Sono spuntate in mezzo al verde di uno dei pochi giardini del quartiere di Tivoli Terme, gettando praticamente nel panico i genitori dei piccoli che ogni giorno ci passano il tempo libero. Loro sono le processionarie, il posto dove hanno preso casa è il parco Marra, una delle aree pubbliche disponibili nella periferia termale. Ieri sono spuntate in tutti i social network dedicati alla zona, foto dell’insetto lesivo per le pinete e urticante per le persone, a causa dell’irto pelo che lo copre esternamente, gettando nel panico papà e mamme preoccupati per i figli che giocano in zona. Un tam tam che s è diffuso a velocità della luce, insieme a mille commenti.

In realtà per il giardinetto non si tratta di un problema isolato, ma dell’ennesima questione da affrontare in ordine di tempo, dopo quella dei giochi rotti e delle lamentele per la scarsa cura adoperata per rendere l’area fruibile, a fronte di una penuria ormai cronica di zone in cui è possibile passare qualche ora all’aria aperta. Così, in attesa di un intervento massiccio, o comunque risolutivo, alcuni genitori si sono attrezzati in autonomia per risolvere il problema del lepidottero dall’aspetto poco rassicurante, ma la questione pare lontana dall’essere derubricata. Quello dei polmoni cittadini resta quindi un nodo da sciogliere per l’amministrazione comunale, incagliata da una parte nel groviglio di querelle legali che hanno messo i lucchetti ad una buona parte dei giardinetti un tempo aperti al pubblico, dall’altra nella necessità di garantire sicurezza e decoro a quelli rimasti aperti.

Anna Laura Consalvi