In arresto cinque persone all’Albuccione per furto di energia elettrica. Secondo quanto ricostruito da carabinieri e tecnici si sarebbero allacciati alla rete pubblica con fili volanti, in alcuni casi facendo in modo di mantenere bloccato il contatore. È successo in un caseggiato abusivo a ridosso della Tiburtina, dove alcune famiglie di origine rom vivono in casette-container. Per i cinque (di 19, 22, 26, 42 e 43 anni) sono scattate le manette. Sono stati posti ai domiciliari in attesa di essere giudicati con rito direttissimo. Intanto si sta quantificando il danno inflitto alla società elettrica, vale a dire a quanto ammontano i mancati pagamenti. RedCro