Troppe auto e pochi parcheggi. Il problema numero uno dei tiburtini è da sempre quello degli stalli di sosta, ci si muove tutti in macchina e trovare dove lasciarla senza prendere multe è diventata un’impresa. Per questo motivo l’amministrazione Proietti ha pensato bene di crearne uno non proprio nuovo di zecca, ma di allargare quello del Lungo Aniene Impastato, magari utilizzando anche la formula del project financing.
Chiaramente prima mettere in piedi il cantiere, secondo il cronoprogramma indicato sempre nella delibera, va fatta una valutazione attendibile della fattibilità dell’iniziativa. Valutazione da affidare ad uno studio preliminare, realizzato in partenariato con un’Università: “Tale studio, oltre a dare la necessaria conferma alla possibilità di procedere alla progettazione di un nuovo parcheggio nell’area, avrà anche il compito di analizzare le soluzioni possibili e fattibili affinché sia sempre garantita la disponibilità di posti auto durante la fase di cantierizzazione e di realizzazione dell’opera che renderebbe non fruibile l’attuale parcheggio”. Automobilisti tiburtini questo potrebbe essere il vostro anno fortunato.