A mancare prima di tutto è l’educazione e il rispetto per la città in cui si vive. Questa è la prima considerazione da fare guardando la situazione in cui qualche giorno fa si trovava il centro storico tiburtino, dove a troneggiare a pochi passi dal campanile del Duomo era un materasso. I secchioni, si sa, sono portatori naturali non solo di sacchetti, quelli possono essere conferiti senza problemi, ma anche dei cosiddetti rifiuti ingombranti, per cui ci sarebbero, visti fatti il condizionale resta d’obbligo, luoghi deputati che purtroppo vengono sistematicamente snobbati.

(l’articolo completo, sul numero di domani sabato 7 gennaio, del Giornale della Provincia)

materasso-ok