Gli allarmi non finiscono mai. Ne sa qualcosa il Comune di Tivoli che si trova sovente alle prese con una serie di emergenze di varia natura, tra cui quelle legate alla tutela ambientale, con le discariche a cielo aperto che nascono dalla mattina alla sera in cima alla lista dei problemi e dei nodi da sciogliere almeno per questo settore.Per questo motivo qualche tempo fa il settore che si occupa di Ambiente ha pensato bene di destinare la somma di 50mila euro alla gestione di situazioni improvvise quali bonifiche ambientali e da contaminazioni varie, spurghi fognari, rimozione rifiuti speciali solidi e liquidi, trattamento materiali cancerogeni o contenenti amianto, rimozione, trasporto e smaltimento di carcasse animali. Nel documento essenzialmente si prende atto che gli “interventi di risanamento ambientale rappresentano un’emergenza volta alla tutela della pubblica e privata incolumità nonché delle condizioni igienico-sanitarie del territorio e pertanto occorre procedere con urgenza all’affidamento degli stessi”.

(l’articolo completo sul numero di oggi, giovedì 15 dicembre, del Giornale della Provincia)