Colpo di scena nella telenovela delle dimissioni del sindaco Fabio Cannella che proprio in questi minuti le ha ritirate. Dalle indiscrezioni sembra, infatti, che sia stato trovato un accordo con il partito democratico e in particolare con l’area Astorre. L’accordo in questione prevederebbe le dimissioni tra 8 mesi del presidente del consiglio comunale Agostino Durantini in favore di un altro consigliere di area non ancora individuato. Non c’è invece ancora chiarezza sul prosieguo della presenza in Giunta del vicesindaco Rita Salomone, altra donna forte dell’area Astorre, anche se dai rumors una condizione posta dal partito regionale sarebbe quella di non toccare l’esecutivo. Durantini via, quindi, e la Salomone resta.

La posizione di Cannella. “I colloqui avuti con i consiglieri e soprattutto il gesto di responsabilità effettuato da alcuni di essi – ha dichiarato il sindaco Fabio Cannella – nonché l’appoggio manifestato dal partito di maggioranza relativa, consentono di ristabilire la serenità politica necessaria per verificare la possibilità di continuare al meglio l’azione amministrativa intrapresa per il bene di Fonte Nuova e per rispetto della maggioranza dei cittadini che hanno creduto in me e del programma amministrativo presentato”.

Del Baglivo è basito. “Dalle crisi politiche si esce con i risultati e non con le spartizioni, Rimango basito da questo scenario e se la maggioranza sarà impostata su queste basi non mi rispecchia”, è questo il commento del giovane consigliere Federico Del Baglivo dopo il nuovo scenario, frutto del ritiro last minute delle dimissioni del sindaco.

Vincenzo Perrone