Solo per un errore non erano stati inseriti gli altri tributi locali oltre alla Tarsu: ha prodotto una seconda delibera la giunta di Fonte Nuova il 22 settembre scorso per dare la possibilità ai contribuenti di rateizzare le cartelle esattoriali anche per Tari, Tares e Tasi. L’esecutivo ha dato l’autorizzazione ad Equitalia dando di fatto la possibilità di frazionare il debito ai cittadini che lo chiedono. Il tutto secondo quanto previsto dalla normativa vigente in materia che viene richiamata in delibera: un massimo di 72 rate e un tasso di interesse annuo sulle dilazioni di pagamento concesse del 4,5 per cento. La decisione arriva a seguito di numerose richieste pervenute in Comune da parte di tanti contribuenti che non riescono a saldare le loro tasse pregresse, ora diventate cartelle esattoriali, in un’unica soluzione. RedCro