Scatta l’ora X anche per i cittadini di Villa Adriana che da questa settimana avranno a che fare con la raccolta differenziata porta a porta. Dopo un’estate all’insegna degli incontri informativi, necessari per entrare nel mondo della separazione dei rifiuti, si passa dunque alla fase operativa che vedrà i residenti armarsi di sacchi e sacchetti da gettare secondo i giorni stabiliti. In realtà l’operazione non è partita con passo spedito: a mancare all’appello sono proprio i sacchi semitrasparenti: “ci spiace comunicare che in questa fase iniziale non tutte le utenze saranno dotate dei sacchi semitrasparenti sia gialli che grigi, in quanto problemi relativi alla produzione hanno determinato ritardi nelle forniture, chiediamo quindi con preghiera di collaborazione, l’utilizzo di sacchi possibilmente trasparenti o anche quelli della spesa -. Fanno sapere dall’Asa spa, la municipalizzata che si occupa di gestire il servizio di raccolta dei rifiuti in città -. Le risme di sacchi gialli e grigi saranno consegnate al loro arrivo contestualmente ai giri di raccolta e/o presso i centri di raccolta de La Prece o Tivoli Terme”. Intanto continua il lavoro dei volontari della Congeav, a cui è affidato il compito di distribuire i kit domestici a chi ancora non è stato raggiunto dal servizio. Al momento, dunque, a restare fuori dal cerchio virtuoso del porta a porta, è il centro cittadino, sicuramente la parte più difficile, vista la densità della popolazione e la struttura del territorio. Il lavoro dell’amministrazione però procede: stando ai dati riportati dal Comune all’interno del progetto presentato a Città Metropolitana per il contrasto al fenomeno delle discariche abusive, la raccolta differenziata è passata dal 13,5% del 2014 al 24,06% del 2015, con un incremento delle quantità differenziate pari al 66,61% a fronte di una diminuzione della produzione totale dei rifiuti dell’8,76%.