Da 80 a 400 euro mensili, secondo il numero dei componenti il nucleo familiare, erogati attraverso una carta di pagamento elettronica. Si tratta del sostegno per l’inclusione attiva (Sia), che fa parte del Piano nazionale per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale del Governo, una misura di contrasto alla povertà che prevede un sussidio economico (bimestralmente erogato e per un anno) subordinato all’adesione di un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa. Progetto predisposto dai Servizi sociali del Comune di appartenenza dove è possibile presentare domanda fino al 31 ottobre prossimo.

I requisiti – Il Sia nel 2016 sarà erogato alle famiglie in possesso dei seguenti requisiti: presenza di almeno un minore o di un figlio disabile, oppure di una donna in stato di gravidanza. Isee inferiore ai 3mila euro, una valutazione del bisogno che tiene conto di diversi fattori, come la situazione lavorativa, i carichi famigliari.