“Officine di arti e mestieri” per offrire ai giovani non solo centri qualificati di aggregazione che in città mancano ma anche luoghi di sviluppo della creatività. E’ il progetto approvato dalla giunta comunale, da realizzare in collaborazione con l’assessorato alle Politiche giovanili della Regione. Un piano che punta a mettere a frutto la presenza sul territorio di molti talenti artistici e artigiani con la possibilità di poter utilizzare locali di proprietà comunale. “La creazione di officine culturali – spiegano dal Comune – con particolare riguardo alla musica e al teatro sociale permetterebbe di creare spazi dove i giovani possano coltivale le proprie attitudini artistiche e artigianali e i propri sogni, nella convivialità delle differenze, dove sperimentare la condivisione e la socializzazione dei linguaggi artistici”. La palla ora passa “ad associazioni o fondazioni in grado di proporre iniziative valide e di interesse collettivo”. RedCro