Tempo d’estate, tempo di spettacoli dal vivo. La stagione delle mezze maniche dovrebbe arrivare presto, almeno stando a quello che dice il calendario, così la giunta comunale riunita il 18 maggio a Palazzo San Bernardino si è data da fare e ha stilato il regolamento (è il terzo anno consecutivo) per lo svolgimento degli intrattenimenti musicali on air organizzati dagli esercizi commerciali. In parole povere stando a quanto sancito dagli assessori e dal sindaco, Giuseppe Proietti, microfoni e amplificatori potranno arrivare nelle strade e nelle piazze della città il fine settimana, anzi per esseri precisi dal giovedì alla domenica con orari diversi a seconda del giorno della settimana. Scendendo nel dettaglio dal 2 del prossimo mese all’11 di settembre, il giovedì si potrà intonare una canzone dalle ore 19 alle 22.30, il venerdì e il sabato, vista la possibilità di rimanere svegli fino a tardi, dalle 19 alle 23.30 e la domenica, giorno prelavorativo, dalla 18 alle 20.30. In realtà per ottenere l’autorizzazione non ci vuole solo un orologio, ma pure un metro: infatti non potranno essere autorizzati contemporaneamente spettacoli nel raggio di 50 metri, se poi c’è un evento targato comune il limite di spazio di estende pure a 200 metri e non solo, dipende dalla “peculiarità” della manifestazione. Per completare l’iter metteteci pure il pagamento di 50 euro di diritti di istruttoria e il rilascio dell’autorizzazione necessaria per l’occupazione del suolo pubblico. Ah, il microfono, ma a questo punto questo può essere anche un dettaglio.