Hanno rotto porte e finestre per poi penetrare all’interno degli uffici comunali e scatenare il caos prima di arraffare più di mille euro dagli uffici dell’anagrafe e dei vigili urbani. E’ successo a Vicovaro l’altra notte. Coinvolti nella furia del raid, oltre a quelli municipali, anche i locali della biblioteca e del centro anziani. “Fascicoli gettati a terra. Tavoli, cassetti e armadi rovistati in tutti gli uffici”, è la descrizione fatta direttamente dal sindaco, Fiorenzo De Simone. E, oltre al furto in denaro, ora c’e da spendere  per riparare i danni subiti e cambiare le serrature agli ingressi e alle porte manomesse o comunque coinvolte”. Sul posto sono stati chiamati i carabinieri. Il vice sindaco Giacomo Giardini, a nome dell’amministrazione e della struttura del Comune, ha immediatamente depositato formale denuncia. “Al di là delle responsabilità individuali di colui o coloro che hanno commesso il fatto – è il commento del sindaco -, è evidente che il clima diffamatorio alimentato in questi mesi, soprattutto in questi ultimi giorni, rischia di favorire, quasi giustificandole, iniziative dannose nei confronti del patrimonio comunale e contrarie all’interesse generale dei cittadini”. RedCro