Arrivano sul terreno dei fondi europei le polemiche elettorali. Ad accusare il primo cittadino Altiero Lodi ci pensa Maria Rendini, candidata sindaco del Partito democratico. «Lodi non ha portato in giunta una delibera che avrebbe fatto entrare Mentana nel Gal (Gruppo di Azione Locale) – sostiene Rendini, a margine di un’iniziativa organizzata proprio sul tema europeo – costituito da altri nove comuni della Sabina. Un progetto che, qualora approvato dalla Regione Lazio, porterà ai comuni milioni di euro di fondi europei. Mentana ne è rimasta fuori. Una ennesima dimostrazione della sciatteria e della incapacità di questa amministrazione comunale, che già con il progetto “Roma Rurale” aveva sciupato l’opportunità di chiedere a Bruxelles milioni di euro. Se sarò sindaco voglio aprire uno sportello di facile accesso alle risorse della comunità europea». Intanto continuano gli impegni elettorali della candidata dem, che, lo scorso 28 aprile alla Galleria Borghese, ha organizzato un convegno dal titolo: “Ragazzi, bullismo e rete”. Nell’occasione sono intervenuti la deputata Ileana Piazzoni, il consigliere regionale Marco Vincenzi, l’insegnante Anna Foggia, Luca Angelini, psicoterapeuta coop l’Aquilone, Vera Cuzzocrea, psicologa e psicoterapeuta di C.E.A.S. (Centro Educativo di Accoglienza e Solidarietà) e gli operatori delle cooperative Iskra e Folias Alessandro Vattimo e Giuseppe Sprizi.