La festa della legalità fa tappa a Piazza Garibaldi e mette sul tavolo due temi caldi come il «cyber bullismo» e la violenza in famiglia. Mercoledì il centro della città ha ospitato la campagna itinerante «Una vita da social», sulla sensibilizzazione e prevenzione dei rischi e dei pericoli della rete, a cui sono stati invitati gli studenti e gli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado del territorio di competenza del Commissariato di Tivoli. Organizzato dalla Polizia di Stato e dal Ministero dell’istruzione, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Tivoli, il quale ha messo a disposizione l’area di piazza Garibaldi e i locali delle Scuderie Estensi, l’iniziativa si è posta come obiettivo quello di prevenire ed evitare l’uso distorto dei social e delle rete in generale, contrastando il fenomeno diffuso tra i giovani del «cyber bullismo» e fornendo informazioni sulla sicurezza stradale. Dalle 9 alle 17 gli operatori della Polizia Postale, a bordo di un truck adibito ad aula didattica multimediale, hanno incontrato i partecipanti, mentre la Polizia Stradale ha proiettato il film «Young Europe», dedicato proprio al tema della sicurezza stradale.