TIVOLI – Da qualche giorno entrava e usciva dal pronto soccorso dell’ospedale di Tivoli ogni volta con una richiesta diversa. E l’altra notte un trentenne con problemi di droga e di alcol all’interno della struttura sanitaria di emergenza, in evidente stato di ebbrezza, ha scatenato il caos: insulti e sputi contro la dottoressa di turno finché non si è addirittura sfilato la protesi dalla gamba per colpirla al volto. Poi si è scagliato anche contro uno dei poliziotti intervenuti. E’ successo poco dopo la mezzanotte. L’uomo poco dopo è finito in manette e dovrà rispondere dei reati di interruzione di pubblico servizio, resistenza e lesioni. Il medico ha subìto ferite guaribili in otto giorni.

IL DIRETTORE GENERALE della Asl Roma 5, Vitaliano De Salazar, ha espresso a nome personale e di tutta l’Azienda sanitaria “solidarietà e vicinanza al medico e all’agente di polizia aggrediti al San Giovanni evangelista di Tivoli”. E ha aggiunto: “Ringrazio tutti i sanitari e le forze dell’ordine che quotidianamente prestano il loro servizio con dedizione e abnegazione nella speranza che tutti noi, cittadini e operatori sanitari, si faccia quadrato per far svolgere loro in piena serenità il delicato lavoro di cura della nostra salute e di difesa della nostra incolumità”. (15 aprile 2016 – www.lavocedelnordestromano.itRed