TIVOLI – Sembrava una normale viaggiatrice incappata nel controllo del capotreno ma in realtà era un’abile spacciatrice. Una donna nigeriana trentacinquenne è stata arrestata ieri mattina dai poliziotti per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli agenti della Polfer  della sottosezione Roma Tiburtina, intervenuti per provvedere alla sua identificazione a seguito di un’irregolarità di viaggio a bordo di un treno regionale proveniente da Tivoli,  ne hanno subito notato il particolare nervosismo, che è aumentato man mano che si avvicinava all’ufficio di polizia. Un controllo più accurato ha permesso così di rivenire nella sua borsa un grosso involucro di marijuana del peso superiore al chilogrammo, che la donna aveva avvolto in una maglia imbevuta di profumo, per dissimulare la dispersione dell’odore. Negli ultimi due giorni la squadra di polizia giudiziaria  del Compartimento Lazio ha inoltre arrestato due nordafricani che tentavano di derubare due turisti in un ristorante, mentre gli uomini del settore pperativo Roma Termini hanno tratto in arresto un pregiudicato di origini partenopee mentre cercava di spendere banconote false in un altro locale commerciale dello scalo. (11 aprile 2016 – www.lavocedelnordestromano.itRed