Proietti

Nicole Maturi

Un teatro fatto su misura per i bambini. Spettacoli per i più piccoli nell’iniziativa organizzata dal Teatro dell’Applauso con il supporto del Comune di Guidonia Montecelio e patrocinato da Agiscuola che prenderà il via martedì primo marzo ed andrà avanti fino al 10 dello stesso mese. Una maratona di appuntamenti aperti e dedicati alle scuole ma anche a tutti coloro che vorranno far immergere il proprio bambino in una magica atmosfera di cultura e divertimento. La direzione artistica è affidata ad Elisa Faggioni ed il progetto dal titolo “Incontro al teatro” è destinato ad un pubblico dai 3 ai 20 anni. I fruitori dell’iniziativa saranno gli istituti scolastici, le famiglie, e i centri di aggregazione giovanili.

Le location scelte per accogliere il ricco programma sono molteplici a partire dal centrale Teatro Imperiale di Guidonia, passando per il Teatro Dario Vittori di Montecelio e l’Auditoriom di Colleverde fino agli spazi della biblioteca comunale sempre della Città dell’Aria. «Questo progetto nasce dal mio desiderio, – commenta Elisa Faggioni, direttrice artistica – che poi corrisponde alla mia attività di pedagoga teatrale, di utilizzare il teatro come strumento di educazione, come veicolo di comunicazione e come vero e proprio mezzo di crescita in una relazione con sé stessi e con l’altro. La scuola è un luogo dove l’educazione alla teatralità può agire in maniera più funzionale poiché ci troviamo già in un contesto di apprendimento e soprattutto ci troviamo di fronte ai giovani, i veri fruitori di questa iniziativa». Gli spettacoli di mattina sono dedicati alle scuole mentre quelli di sabato e domenica 5 e 6 marzo sono aperti a tutti e sono gratuiti. Si partirà il 1 marzo a Colleverde con “Siamo tutti extraterrestri” uno spettacolo musicale ideato per i bambini dai 3 ai 6 anni con lo scopo di raccontare, attraverso il grande mezzo del teatro, l’importanza dello scambio culturale, dell’amicizia e del rispetto degli altri.

Il teatro, inteso come luogo di incontro, diventa un momento per sviluppare percorsi di riflessione sul grande tema dell’intercultura. Attraverso una favola semplice e divertente i bambini possono imparare che conoscere civiltà, culture e tradizioni differenti è alla base dell’evoluzione e che la diversità è portatrice di valori positivi. Si continua giovedì 3 marzo sempre al teatro di Colleverde con “Il vestito nuovo di sua Maestà”, adatto ai bambini dai 5 ai 10 anni, ispirato alla famosa favola di Hans Christian Andersen che parla di un imperatore vanitoso, completamente dedito alla cura del suo aspetto esteriore, e in particolare del suo abbigliamento. E ancora venerdì 4 marzo al Teatro Imperiale due appuntamenti con “Accentrica” ed “Il dramma di Esperia”. Poi il 5 marzo ore 15-18 sempre all’Imperiale si svolge un laboratorio rivolto agli insegnati che desiderano ricevere una formazione artistica, pedagogica e terapeutica nell’ambito del teatro e del teatro sociale. Alle 21, invece, per tutti coloro che vorranno si potrà assistere, sempre gratuitamente, allo spettacolo “Più vera del vero” nel quale i personaggi della pièce, ben delineati nella fase iniziale del dramma, subiscono in itinere una mutazione profonda, che li porterà ad essere altro da sé. Si cambia location domenica 6 marzo, passando alla biblioteca comunale di via Mori a Guidonia, che ospiterà alle ore 16.00 “Bellezza in comune”. Nel contempo porte aperte anche all’Imperiale dove il 6 marzo alle 18 avrà luogo il Match di improvvisazione teatrale che vi farà mettere completamente in gioco.

Lunedì 7 marzo sarà la volta al Teatro Imperiale di “Obsolescenza” e di nuovo de ”Il vestito nuovo di sua Maestà” poi martedì 8 marzo nella stessa location ci sarà “La musicastrocca”. Per il 9 marzo all’Imperiale troveremo “I panni sporchi si lavano in piazza” mentre giovedì 10 marzo al Teatro Dario Vittori di Montecelio andrà in scena “Siamo tutti extraterrestri”.

Tropiano Lega