GUIDONIA – Il Comune ha tagliato definitivamente i fondi al servizio di pre e post scuola. Non ci saranno più in bilancio gli 80mila euro annui che per più di 10 anni sono stati destinati al sostegno delle famiglie con entrambi i genitori che lavorano con la possibilità di lasciare i bimbi in classe prima delle lezioni e prenderli dopo. L’amara sorpresa per molti mamme e papà è arrivata ieri, al rientro dopo le vacanze, senza preavviso. Ora – secondo le direttive partite da Palazzo Guidoni – saranno gli istituiti stessi, se vorranno, a organizzare e autogestire il servizio. Di sicuro con costi almeno doppi per le famiglie: finora hanno potuto pagare 25 euro annui, ma d’ora in poi mancherà il contributo del Comune.

Per ora l’esperimento funziona nell’istituto di Setteville, dove – sulla spinta dei genitori – è nata l’associazione “Si può fare” proprio per la gestione del pre e post scuola.

(8 gennaio 2016 – www.lavocedelnordestromano.it) Red