“Spegnere il Natale” è una colpa che ricadrà sull’amministrazione cinque stelle, a entrare nella polemica sulle luminarie a Guidonia Montecelio è il segretario di FdI Mario Pozzi. Mentre in Palazzo c’è un braccio di ferro in corso tra il presidente 5S Claudio Zarro e la dirigente Paola Piseddu che ha detto no alle installazioni se ancorate agli alberi o ai pali della luce, bloccando di fatto le luminarie quasi ovunque, fuori lo sconcerto cresce. “L’amministrazione scaraca le responsabilità” dicono da FdI, dopo aver già delegato tutto ai commercianti che avrebbero autofinanziato le decorazioni.

“Questa faccenda mi fa pensare al personaggio letterario Ebenezer Scrooge, protagonista del racconto The Christmas Carol scritto da Charles Dickens nel 1843, che capisce l’importanza del Natale solo dopo la terrificante visita di tre spiriti del Natale Passato, Presente e Futuro. A differenza del racconto però questa storia non sembra avere un lieto fine – dice Pozzi – Sicuramente rispetto alle grandi problematiche della nostra città questa può sembrare una questione secondaria, in realtà è una gravissima mancanza, una decisione che lede profondamente il senso di comunità e chiude la porta in faccia ai commercianti, che si sono dovuti auto tassare  per colmare il vuoto lasciato dall’amministrazione e ora si trovano impossibilitati anche ad utilizzare i paramenti acquistati di tasca loro. Spegnere il Natale non significa solo rinunciare alla tradizione ma significa svuotare le strade spingendo le famiglie a ricercare la magia del Natale tra centri commerciali e città limitrofe che si sono attrezzate per tempo”.

gioco d'azzardo dipendenza