Bohemian Rhapsody, nelle sale dal 29 novembre, è un omaggio alla storica band britannica, i Queen, una celebrazione alla loro musica e al loro leggendario frontman Freddie Mercury, interpretato da Rami Malek.
La pellicola ricostruisce l’ascesa della band attraverso le canzoni iconiche, la crisi quasi fatale e la trionfante reunion alla vigilia del Live Aid, quando Mercury, ormai in gravissime condizioni di salute, condusse i Queen in una delle più grandiose e memorabili performance della storia del rock.
Il film in particolare segue i primi quindici anni della storia della band, dalla nascita nel 1970, con l’incontro tra il cantante e pianista Freddie Mercury con il chitarrista Brian May e con il batterista Roger Taylor e successivamente nel 1971 con il bassista John Deacon, fino al celebre concerto Live Aid del 1985.
“Bohemian Rhapsody”, diretto da Dexter Fletcher e Bryan Singer, oltre Rami Malek nei panni di Freddie Mercury, vede nel suo cast Lucy Boynton, nel ruolo di Mary Austin, grande amore di Freddie, Gwilym Lee nei panni del chitarrista dei Queen Brian May, Ben Hardy in quelli del batterista Roger Taylor e Joe Mazzello nel bassista John Deacy Deacon.
Aidan Gillen interpreta invece John Reid, primo manager del gruppo, Aaron McCusker è Jim Hutton, a lungo il ragazzo di Mercury e Mike Myers è Ray Foster, della casa discografica Emi.
Virginia Gigliotti

gioco d'azzardo dipendenza