Al via Mystery Rooms nei musei della Capitale, che a partire da domenica 25 novembre fino a domenica 30 dicembre, stuzzicherà l’ingegno dei visitatori tra misteri, segreti e avventure per conoscere l’arte attraverso il gioco.
Oltre alla conservazione di beni artistici di inestimabile valore infatti, ogni museo porta con sé tracce di una storia che non tutti conoscono a fondo, così le Mystery Rooms sono state pensate per rendere note storie segrete e opere degne di attenzione, conservate in alcuni dei musei gratuiti del Sistema Musei in Comune.

Le attività coinvolgeranno in particolare il pubblico tra i 16 e i 30 anni, che avrà la possibilità di scoprire il patrimonio inestimabile di storia e di arte della città attraverso il gioco di squadra, la complicità, l’intuizione, l’ingegno e alla prontezza di riflessi, il tutto in un’esperienza che ricalca le popolarissime “escape rooms” o “mystery rooms” a tema. Si comincerà con il Museo di scultura antica Giovanni Barracco dove si svolgerà nelle giornate del 25 novembre, dell’8, del 16 e del 23 dicembre alle 10.30 e alle 14.00, l’avventura dal titolo “Le mani sul museo – Concerto avventura per salvare il Museo Barracco”.

L’altro luogo coinvolto in questo ciclo di Mystery Rooms sarà il Museo Napoleonico che l’8, il 9, il 16 e il 22 dicembre alle 15 e alle 16 e 30, ospiterà “Album Bonaparte – Indagine nel passato, presente e…futuro di una famiglia”. Il progetto è promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, e realizzato grazie alle piccole donazioni in denaro effettuate dai visitatori, tramite gli appositi raccoglitori situati negli 8 Musei Civici gratuiti, e vede la collaborazione artistica del Teatro di Roma e l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.
Virginia Gigliotti

gioco d'azzardo dipendenza