I carabinieri di Mentana hanno arrestato un italiano 36enne del posto, già noto alle forze dell’ordine, per rapina aggravata e lesioni personali nei confronti di un cittadino romeno di 28 anni. L’uomo, in evidente stato di alterazione per abuso di alcolici, in via Matteotti, ha prima aggredito con una testata al volto la vittima per poi, sotto la minaccia di un coltello, prendergli il cellulare e 200 euro. Subito dopo è scappato. Gli investigatori dell’Arma, grazie alla dettagliata descrizione fornita dalla vittima, che nel frattempo si era recato alla caserma di via Moscatelli, hanno immediatamente rintracciato il rapinatore presso la sua abitazione. Qui, dopo una breve trattativa con l’uomo, che minacciava di fare uso del coltello anche nei confronti dei militari, sono riusciti ad entrare nell’appartamento, dove rinvenivano hanno trovato sia il cellulare che il coltello, sequestrato. Il telefonino è stato invece restituito al proprietario.
Alla vittima, trasportata all’ospedale di Monterotondo, sono state riscontrate contusioni facciali, giudicate guaribili in cinque giorni, mentre il rapinatore è stato arrestato e tradotto presso la casa circondariale di Roma Rebibbia, a disposizione dell’autorità giudiziaria di Tivoli, davanti alla quale dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale. RedCro

gioco d'azzardo dipendenza