“Un fenomeno di compravendita esercitato su strada” che con il passare del tempo sta “assumendo caratteri di notevole diffusione sul territorio”. A cercare di attivarsi per contrastare l’aumento incontrollabile della prostituzione nel tratto di strada che si trova tra il casello dell’A24 il Mausoleo dei Plautii, in zona Villa Adriana, è il sindaco di Tivoli, Giuseppe Proietti, che ha emesso ieri un’ordinanza con cui non solo evidenza l’insostenibilità di una situazione che peggiora di giorno in giorno, ma mette in campo pure una serie di contromisure contro chi contatta o concorda prestazioni sessuali e chi ostenta comportamenti volti alla vendita del proprio corpo mostrando nudità o indossando vestiti diciamo espliciti. La faccenda era stata sollevata anche nel corso dell’ultimo consiglio comunale dal Pd, in particolar modo da Alessandro Fontana, che aveva sottolineato l’urgenza di un intervento che dunque alla fine è arrivato. Per chi verrà colto in flagrante ci sarà una multa da pagare di 500 euro, a cui si aggiunge l’attivazione di una rete di sostegno psicologico per chi è costretto a prostituirsi. Il divieto non sarà immediato: scatta dal 15 novembre ed è valido fino al 15 giugno.

gioco d'azzardo dipendenza