Entra nel vivo la dodicesima edizione di X Factor, il talent show ormai diventato appuntamento fisso del giovedì sera. Grandi assenze per il primo live, stiamo parlando dell’ex giudice Asia Argento, sostituita da Lodo Guenzi di Lo Stato Sociale dopo lo scandalo Bennet, e del direttore artistico Luca Tommassini, ma anche grandi ospiti, Rita Ora e i Maneskin. I primi ad esibirsi inaugurando i live show 2018, sono il gruppo Seveso Casino Palace, categoria seguita da Lodo, con una rivisitazione di un classico di Capo Plaza, “Giovane Fuoriclasse”.

E’ il turno di Leo Gassman, nipote del grande attore e regista italiano, della categoria degli under uomini capitanata da Mara Maionchi, che porta sul palco “Broken Strings” di James Morrison e Nelly Furtado.
Seguono Luna, delle under donne, mentore Manuel Agnelli, con “E.T.” di Katy Perry e Renza Castelli, degli over, seguiti da Fedez, con “Raggamuffin” di Selah Sue. Concludono la prima manche il gruppo Red Bricks Foundation con il pezzo pop “New Rules” di Dua Lipa, e Anastasio, under uomini, con “C’è tempo” di Ivano Fossati.

La seconda manche si apre con l’esibizione di Naomi, categoria over, con una versione scoppiettante di “Love on top” di Beyoncè. Segue la band BowLand con “Sweet Dreams” degli Eurythmics, Sherol Dos Santos, under donne, con “Can’t fell my face” dei The Weekend e il sedicenne Emanuele Bertelli con “Impossible” di James Arthur. Chiudono la seconda manche Matteo Costanzo, degli over, con un mush-up, “Power” di Kenye West e “21st Century Schizoid Man” di King Crimson, e Martina Attili, under donne, con “Castle In The Snow“ dei Kadebostany. I Red Bricks Foundation e Matteo Costanzo, i concorrenti meno votati della prima e della seconda manche, vanno all’ultimo scontro con i loro cavallo di battaglia, rispettivamente “Sono un ragazzo di strada” e “La descrizione di un attimo”. I giudici decidono che sarà Matteo Costanzo il primo eliminato di X Factor 2018.
Virginia Gigliotti

gioco d'azzardo dipendenza