“Passano i mesi ed i problemi, come è normale che sia se vengono sottovalutati, si aggravano”. Il servizio è allo stremo, l’assistenza agli alunni disabili nelle scuole di Guidonia Montecelio, come denunciato dal comitato genitori, è in piena emergenza. Lo pensa anche il polo civico che sferra l’attacco all’amministrazione cinque stelle: “Un anno fa ci accorgemmo e denunciammo, anche in consiglio comunale, che il problema per l’assistenza educativa e culturale era serio per mancanza di una pianificazione di ore e di investimenti idonei . Nei mesi successivi pretendemmo l’aumento delle ore e fummo ascoltati. Avevamo avuto ragione, ma quest’anno sta accadendo la stessa cosa. Alla ripresa di questo anno scolastico, nonostante i ragazzi con bisogno di assistenza, siano addirittura aumentati, le ore assegnate sono incredibilmente diminuite. Attualmente l’AEC funziona in regime di proroga dell’appalto precedente, peraltro in grossissimo ritardo di definizione. Ma a prescindere l’affidamento in ritardo, l’appalto biennale prevede circa un milione di euro, quando ne sarebbero serviti il doppio). Riteniamo questo un grave errore commesso da questa amministrazione”.

“Il problema, ora, è come farà fronte a questa situazione e quali risposte l’amministrazione Barbet potrà dare alle famiglie per i disagi a cui andranno incontro. I genitori sono preoccupati per la sicurezza dei loro figli e gli operatori del settore si trovano in grossa difficoltà. Giorni fa nell’ultimo consiglio comunale abbiamo ancora una volta, purtroppo, denunciato la questione dell’AEC e dei mancati incontri di alcuni istituti per le riunioni dei GLH (Gruppo di lavoro handicap) composto da dirigente scolastico, dal consiglio di classe, insegnanti di sostegno, operatori psico-socio-sanitari, operatori educativi e/o tecnici del comune e genitori, che si riunisce almeno tre volte l’anno. Determinante è il GLH di giugno dove emergono le necessità dell’anno venturo poiché è li che si decidono le ore e il numero di ragazzi.I genitori chiedono risposte immediate da questa amministrazione. Noi staremo al fianco dei genitori a combattere questa giusta battaglia contro gli errori di programmazione dell’amministrazione”.

gioco d'azzardo dipendenza