La Str può riprendere a scavare, ma il risultato – s’intende – è dell’intero settore estrattivo impegnato da mesi in una battaglia con il Comune di Guidonia Montecelio esplosa poi quando la dirigente Paola Piseddu ha firmato la prima revoca fermando la prima azienda. Il via libera oggi è arrivato dal Tar che ha accolto la sospensiva richiesta dalla Str su ragioni di peso, prima tra tutte l’arrivo dell’atto della dirigente quando ancora dovevano essere svolte le verifiche sui siti da parte della Regione e del Comune. “C’è grande soddisfazione per l’accoglimento della sospensiva” è il commento di Filippo Lippiello, presidente del centro per la valorizzazione del travertino romano che individua il primo determinate effetto, “ridà lavoro ai dipendenti e speranza per il futuro”. Lo sguardo a questo punto è avanti: “Tutte le aziende sono pronte a discutere a un tavolo tutte le soluzioni possibili migliorative perché non avvengano più criticità di questa natura. A stretto giro, in una prossima riunione – conclude il presidente – discuteremo sulla eventuale proposta di un grande Piano di riqualificazione di tutta l’area”.

gioco d'azzardo dipendenza