Più di 200 veicoli fermati mentre circolavano senza il certificato di revisione in regola e oltre 100 che viaggiavano senza regolare assicurazione obbligatoria. Sono i numeri dell’operazione permanente sulla sicurezza, avviata dalla polizia locale di Tivoli, nei primi tre mesi di attività, grazie all’introduzione del sistema Autoscan.

L’Autoscan – spiegano da Palazzo San Bernardino – è un dispositivo informatico collegato a una banca dati che in tempo reale permette di verificare la regolarità dell’assicurazione e della revisione dei veicoli che circolano sulle strade pubbliche. La polizia locale di Tivoli da aprile utilizza il dispositivo per servizi di controllo mirati alla sicurezza dei pedoni e degli automobilisti, con due pattuglie in servizio simultaneo. L’Autoscan viene attivato dalla prima pattuglia e legge e verifica automaticamente tutte le targhe dei veicoli che transitano. In caso di irregolarità, il display del dispositivo segnala la targa del veicolo e gli agenti della seconda pattuglia, posizionata a circa 200 metri dalla prima, fermano il conducente del veicolo non in regola e procedono con le sanzioni previste dal codice della strada, tra cui il fermo amministrativo del mezzo.

 L’operazione sicurezza con l’Autoscan viene attuata anche nelle ore notturne, sia all’interno che all’esterno dei centri abitati. Nel corso dell’operazione sicurezza, la polizia locale ha anche denunciato a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale un 41 anni residente a Tivoli, che non si è fermato all’alt di una delle pattuglie.

gioco d'azzardo dipendenza