Nell’ultimo blitz a casa della ex moglie si è presentato con l’accetta e non ha esitato a sfasciare i citofoni del condomino, in zona Marco Simone. Ma nei giorni precedenti aveva anche minacciato la donna nei pressi della sua abitazione ed aggredito l’ex suocero in una tabaccheria provocandogli un trauma cranico. Tutto nonostante l’obbligo di dimora a Roma per aver tenuto comportamenti analoghi, motivo per cui stavolta un 50enne romano è finito in manette. La procura, infatti, dopo la denuncia delle vittime e le indagini dei poliziotti di Tivoli ha fatto scattare un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. I reati contestati dal pool antiviolenza del commissariato di largo D’Acquisto: stalking, minaccia, lesioni, porto abusivo di arma e danneggiamento. RedCro