Se qualcuno pensava che settembre fosse solo il mese del pizzutello e della sagra si sbagliava di grosso. Ad essere già pronto sulla rampa di lancio è il programma delle feste natalizie che verranno, già messo con largo anticipo nero su bianco. Quattro le sezioni in cui si articolerà la kermesse: espositivo/commerciale; ludico/ricreativa – attività di animazione legate al tema natalizio; concerto di fine anno; il piano di comunicazione. “Un progetto ambizioso e decisamente articolato”, come si spiega nel progetto che racconta la manifestazione che punta a realizzare “un prodotto turistico in grado di richiamare numerosi visitatori, sia italiani che stranieri, che pernottano, mangiano e acquistano sul nostro territorio durante tale periodo, favorendo in tal modo il circuito commerciale cittadino”. Insomma, si tratta materializzare il sogno della Città dell’Arte, che punta a diventare per una volta e finalmente città di turismo meno mordi e fuggi e più stanziale. I destinatari dunque non saranno più solo gli abitanti della Superba ma anche chi viene a scoprire le ville e le bellezze del sempre troppo poco conosciuto centro storico. Il programma partirà il 7 dicembre, come calendario comanda, con presepi e luminarie, mentre per il concertone di Capodanno stavolta il nome c’è già: si tratta di Tony Esposito, il re delle percussioni, che con la sua band si cimenterà in un omaggio all’indimenticato Pino Daniele. La Befana chiuderà la maratona natalizia che vedrà alternarsi tombolate, concerti, mostre e convegni. Non ci resta che aspettare.

gioco d'azzardo dipendenza