A Fonte Nuova, i carabinieri della stazione di Mentana hanno arrestato un 26enne di origine albanese per evasione. L’uomo, ristretto agli arresti domiciliari, è stato sorpreso dalla pattuglia mentre era fuori della sua abitazione a colloquio con un altro soggetto, risultato gravato da precedenti, nonché in possesso di una dose di hashish e quindi segnalato alla prefettura di Roma. Dopo i controlli è stato portato nel carcere a Rebibbia.

Quattro arresti. In tutto, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio eseguiti nei comuni di Monterotondo, Mentana e Fiano Romano, i carabinieri hanno arrestato quattro persone. Nelle rete degli uomini dell’Arma, infatti, oltre al 26enne albanese sono finite anche otre tre persone.

La rapina. A Monterotondo è stato arrestato un 22enne di origini romene. I militari, intervenuti su richiesta giunta al 112 presso un ristorante dove era stata segnalata una rapina nei confronti di una cliente, lo hanno fermato nella vicina via Piave. E’ stato trovato in possesso del telefono cellulare e delle chiavi dell’autovettura della vittima. Secondo la denuncia una donna, dopo aver litigato con il giovane per futili motivi, è stata aggredita dal 22enne che le ha quindi sottratto con la forza la borsa. L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Serra di canapa indiana. A Fiano Romano è stato arrestato un 31enne del posto per coltivazione non autorizzata di piante di canapa indiana. A seguito di perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di tre piante di marjuana in stato di infiorescenza, coltivate in camera da letto. Il giovane è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Inoltre, i carabinieri di Fiano hanno arrestato, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Lucca, un 31enne originario dell’Albania e residente a Monterotondo, emesso per una serie di furti in abitazione consumati nel 2009 nella provincia di Lucca. Il giovane è stato portato nel carcere di Rieti dove dovrà scontare una pena di tre anni di reclusione. RedCro

gioco d'azzardo dipendenza