I transfughi del Movimento 5 Stelle sbarcano in città in vista delle elezioni che verranno e dedicano la sede della sezione tiburtina al presidente partigiano, Sandro Pertini. Taglio del nastro per “Italia In Comune” che continua così il percorso di radicamento nei comuni dello Stivale appellandosi ai valori dell’europeismo e alla forza delle regioni, in netto contrasto con il sentimento “populista” che sta investendo il Paese in lungo e in largo. Fondato da Federico Pizzarotti, ex pentastellato al suo secondo mandato da sindaco nel comune di Parma, il gruppo si muove con le sue gambe anche a Tivoli, che si appresta nel 2019 a tornare alle urne dopo l’esperienza delle liste civiche guidate da Giuseppe Proietti e che in maniera significativa decide di ricordare una delle figure storiche più care alla sinistra.

A capo della neonata compagine tiburtina un altro ex grillino, Antonello Livi, da tempo critico nei confronti delle posizioni del partito fondato da Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio anche locali, oggi nominato provvisoriamente coordinatore locale in attesa delle elezioni interne che porteranno in casa un Presidente, un Coordinatore, un Tesoriere e il Direttivo. Poco è piaciuto l’immobilismo dell’unico consigliere eletto dalle parti del Movimento, Carlo Caldironi, e la mancanza di collegialità soprattutto sulla linea da tenere in aula. L’abbandono non è tardato ad arrivare e ora “gli oppositori” hanno trovato casa. “La politica deve essere al servizio di tutte le cittadine e i cittadini, si fonda su valori condivisi e agisce con responsabilità operando scelte per il bene comune”, fanno sapere dal gruppo citando lo Statuto Nazionale del partito.

“Italia In Comune sarà presente con una propria autonoma posizione alle prossime elezioni comunali cittadine che si terranno nel 2019. Entro l’autunno del 2018, presso le Scuderie Estensi a Tivoli, si terrà l’Assemblea Programmatica Tiburtina di Italia In Comune alla presenza di Federico Pizzarotti e Alessio Pascucci – dicono gli attivisti -. L’evento sarà anticipato dalla mattinata con un tour della città grazie al quale i cittadini potranno incontrare, conoscere, rendersi edotti sul funzionamento dei Comuni rappresentati dai due Sindaci e scambiare opinioni e proposte da attuarsi, possibilmente, anche nella nostra città. È la base della nostra visione politico-sociale basata sulla condivisione e sull’emulazione positiva. La Sezione di Tivoli di Italia in Comune fa propri i valori fondanti della carta dei Valori Nazionale del Partito: La Costituzione della Repubblica Italiana, L’Europa, l’Antitotalitarismo, il contrasto al dilagare dei Populismi comunque denominati con la concretezza delle idee”. Restando in tema elettorale un amo a chi vuole esserci al di fuori di chi già è in pista da un bel po’ è stato lanciato: “La porta è aperta per chi ha voglia di lavorare al progetto concretamente, senza troppe distinzioni sul passato che ha avuto. Mentre gli altri partiti nella nostra città non riescono a dialogare, noi iniziamo un percorso nuovo, fatto di confronto e obiettivi chiari”. Passo e chiudo. alc

gioco d'azzardo dipendenza