Ostaggio dell’odore acre di bruciato, costretti nonostante il caldo a dormire con le finistre chiuse. Accade a Guidonia Montecelio, a Pichini, ma il disagio interessa l’intera zona sotto Sant’Angelo, compresa Ponte delle Tavole. Da diverse notti i residenti vivono una situazione impossibile, l’aria è talmente irrespirabile da dover chiudere le finestre. Si sono moltiplicate le segnalazioni alla polizia municipale e al Comune, per capire l’origine dell’odore asfissiante che sta tenendo sveglie le famiglie. Ma nessuno per il momento è venuto a capo del mistero. “Siamo tappati in casa – scrive una residente sui social – il giorno per il caldo e la sera per i roghi”. La puzza inizia a diffondersi quando cala la sera per durare l’intera notte e sparire all’alba. Un’estate di disagi.