Riunioni ristrette per decidere il coordinatore di Forza Italia, escludendo il gruppo dirigente diffuso, la lettera di fuoco di Andrea Mazza scatena reazioni a non finire. Intanto scendono in campo i giovani azzurri di Guidonia Montecelio condannando i metodi del commissario Alessandro Battilocchio che ha estromesso dalle decisioni il gruppo dirigente diffuso, per abilitare una cabina di regia per pochi. A parlare sono Cristian Caponera e Eugenio De Santis, il primo coordinatore cittadino dei giovani di Forza Italia, il secondo dirigente provinciale: “In considerazione di quanto inviato da Andrea Mazza sul gruppo di Forza Italia, avendo il gruppo giovanile appreso da tale documento che si stava procedendo a scelte importanti per il territorio, nella totale esclusione della nostra compagine giovanile che è nata cresce e lavora quotidianamente sul territorio, siamo profondamente amareggiati di non essere stati in alcun modo interpellati ma confidiamo e ci auguriamo che il commissario possa risolvere la questione ed ampliare il più possibile la cerchia per la scelta del coordinatore cittadino che avrà il compito di traghettarci alle prossime elezioni comunali”.