Musica, teatro e percorsi notturni guidati accenderanno le notti estive di Palestrina con dodici appuntamenti tra il Museo Nazionale Archeologico e il Santuario della Fortuna Primigenia in occasione di “Luci su Fortuna”. La rassegna, organizzata e a cura di Marina Cogotti nell’ambito di “Artcity 2018”, inizierà sabato 14 luglio e proseguirà fino a sabato 1 settembre.
Sei appuntamenti di musica e spettacoli verranno ospitati dalle terrazze superiori del Santuario ellenistico dedicato alla Dea Fortuna, dalle quali è possibile ammirare un panorama mozzafiato, e parallelamente un ciclo di sei visite guidate serali.“Salendo al Tempio. Tra percorsi antichi e nuovi itinerari” consentirà ai visitatori di ripercorrere, insieme ad esperti ed archeologi, l’antico itinerario di pellegrinaggio che risale il santuario fino all’emiciclo terminale e alla residenza nobiliare, oggi sede del museo.
Per l’occasione sarà possibile visitare anche il ninfeo scientifico nella parte altrimenti privata del palazzo Barberini.

Di seguito il programma degli spettacoli.

Il 14 luglio il primo spettacolo con Fabrizio Bosso e Giovanni Guidi, insieme con il progetto “Not A What” e in gruppo con tre giovani talenti del jazz newyorchese, come Aaron Burnett, Dezron Douglas e Joe Dyson.
Si prosegue il 28 luglio con l’Orchestra di piazza Vittorio, il multietnico gruppo di tredici musicisti che garantiscono un rapporto entusiasmante e contagioso con il pubblico, qui presenti con un repertorio che è il risultato di sedici anni, basato sui due aspetti del Viaggio e dell’Incontro.
Aprono le serate di agosto i”Solisti Veneti” diretti da Claudio Scimone storica e prestigiosissima orchestra nota nel mondo per l’esecuzione del repertorio barocco di autori come Vivaldi e Albinoni, che si esibiranno il 4 agosto con un ensemble di 13 musicisti impegnati in un programma di grande impatto emozionale.
Per gli amanti degli anni Cinquanta il 12 agosto la “Fred For Ever Jumpin’ Orchestra” dei Buscaja propone il sound e l’atmosfera da night nell’inconfondibile stile dell’indimenticabile Fred Buscaglione.
Ancora musica classica il 25 agosto, con i “Cameristi del Maggio Fiorentino” che propongono un raffinato e godibilissimo programma di musiche tra Strauss e Tchaikovsky.
Il compito di chiudere la rassegna il 1 settembre è affidato a Vinicio Marchioni cin “Dialoghi d’amore – Frammenti di un discorso amoroso”, un monologo scritto da Gabriele Marchesini e ispirato liberamente al celebre testo di Roland Barthes. In scena Marchioni sarà accompagnato dal pianoforte che racchiude tutto il fascino di una materia deteriorabile come l’amore, analizzata in una struttura frammentaria che ne evita la banalizzazione.
Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21 e durante le esecuzioni la visita al Santuario non sarà consentita.
Il Museo rimane visitabile fino alle 23.

Appuntamenti per visitare il Santuario della Fortuna Primigenia

Tre giornate a luglio, il 15, il 21, e il 29, e tre giornate ad agosto, l’11, il 19 e il 26 saranno dedicate alla scoperta del Museo e del Santuario proposte da “Salendo al Tempio. Tra percorsi antichi e nuovi itinerari”.
Previsto un doppio appuntamento giornaliero, alle 20 e 30 e alle 21 e 30 con archeologi ed esperti che accompagneranno il pubblico alla scoperta del sito archeologico, risalendo il tempio fino all’emiciclo terminale, e della residenza nobiliare che oggi ospita il museo.

.