E’ arrivata ieri al comune di Mentana la diffida del prefetto di Roma Paola Basilone che obbliga il consiglio comunale ad approvare il rendiconto finanziario 2017 entro 20 giorni pena lo scioglimento del consiglio stesso. Un’eventualità che comporterebbe in automatico la decadenza del sindaco Marco Benedetti e il commissariamento dell’ente. A rendere nota la notizia la consigliera comunale di Forza Italia Arianna Plebani. “Il prefetto diffida – spiega la consigliera – il consiglio comunale di Mentana all’approvazione del Rendiconto di gestione relativo all’esercizio finanziario 2017, nel termine massimo di venti giorni decorrenti dalla data di notifica del presente provvedimento ai singoli consiglieri significando che, in mancanza, saranno attivali i poteri sostitutivi di cui all’art. 141, comma 2, del D.lgs 18 agosto 2000, n. 267 ed avviata la procedura per lo scioglimento del consiglio comunale”. La diffida segue la nota del prefetto del 23 aprile che chiedeva comunicazioni sull’approvazione del rendiconto di gestione entro il 30 aprile. “In sintesi ogni comune – continua Plebani – entro il 30 aprile di ogni anno è tenuto a dare dimostrazione dei risultati della gestione relativa all’esercizio finanziario dell’anno precedente mediante il rendiconto della gestione, composto dal bilancio, dal conto economico e dallo stato patrimoniale e che in caso di mancanza di approvazione entro il termine fissato prevede lo scioglimento del consiglio comunale stesso, come cita la norma dell’art 227 del 18 agosto del 2000. Il 14 maggio è arrivata la diffida ma già il 23 aprile, con nota n.155846/2018, il Prefetto chiedeva al Comune di Mentana la comunicazione tempestiva dell’avvenuta approvazione del rendiconto di gestione 2017 entro il 30 aprile”.

Una mancanza che la consigliera collega alle recenti dimissioni dell’assessore. “Preso atto delle dimissioni dell’assessore al bilancio Eleonora Galossi – sostiene ancora Plebani – e dal sindaco accettate, casualmente proprio in concomitanza di questa diffida se non della nota del 23 aprile, non posso non pormi alcuni quesiti: è’ diventata ormai prassi di questa amministrazione non rispettare i termini previsti dalla legge? e’ diventata ormai prassi di questa amministrazione la mancanza di responsabilità per cui un assessore si dimette proprio quando un prefetto chiede il rispetto degli adempimenti di legge ed è’ diventata ormai prassi di questa amministrazione “far scappare” dirigenti ed assessori? (dovrebbe succedere che un Responsabile Tecnico conduca a termine il suo operato per cinque anni e non che tre Responsabili Tecnici più due interni si siano già succeduti in soli due anni). Prendiamo quindi atto del totale fallimento della gestione Benedetti e pertanto, per l’attività di controllo che caratterizza il mio ruolo di consigliere d’opposizione, non posso far altro che mettere al corrente l’intera cittadinanza sulla valutazione negativa dell’operato di questa amministrazione e sulla inefficacia e inefficienza dell’attività che sta svolgendo”.
Vincenzo Perrone