Mille aziende aspettano di essere pagate, si superano i 700 giorni di attesa a Guidonia Montecelio dove il Comune cinque stelle è nella bufera per i ritardi. E’ la consigliera Giovanna Ammaturo, agguerrita leghista, a mettere sotto accusa la gestione di Michel Barbet: i soldi ci sono ma nessuno paga. “Il 31 dicembre sappiamo ufficialmente che sul conto c’erano 5,7 milioni di euro mentre erano 6,4 milioni il 16 febbraio. Intanto il fondo del ministero degli Interni, richiesto dal commissario, per 26,5 milioni è arrivato. Lo pagheranno i cittadini in dieci anni con tanto di interesse”. Al’inizio del mese nuova raffica di interrogazioni di Ammaturo, “intanto mille aziende reclamano il pagamento dovuto oramai stanchi di essere vessati. Oltre il record negativo ed incivile per il pagamento delle fatture oltre i 700 giorni, Barbet beffa i cittadini in quanto nessuno della sua amministrazione vuole allungare la mano e ritornare alla comunità quello che manca. Una omissione, un danno erariale: io ho sottoscritto 4 denunce nel merito, sta ora alla Procura”.

E fuori dice Ammaturo si moltiplicano i guai. “I residenti di via Aureliano da gennaio hanno la strada pubblica interdetta per le buche e si sono adoperati per un preventivo per ripristinare da 320 euro. Risposta dell’assessore: pagatevi i lavori. Alle mamme di 9 scuole vandalizzate del Comune per cui occorrerebbero mille euro per la video sorveglianza l’avvocato Strani, già bocciata da Barbet per divenire dirigente dell’Ente e poi richiamata a fare l’assessore con delega alla scuola, in un momento di finanza creativa ha promesso l’uso del teatro Imperiale ai ragazzi per invitare nonni e genitori, a pagamento, alle recite teatrali per pagare le opere di video sorveglianza. Intanto Barbet si affanna a bollare come strumentale la mozione presentata dalla sottoscritta unitamente a FdI con la consigliera Cacioni per ridurre il 70% del gettone di presenza da destinare alla sicurezza e offrire lavoro a tanti giovani. Sono circa 180.000 euro all’anno: questo è strumentale per Barbet. E la sua amministrazione grillina, sempre piagnucolante, da cui traggono mensilmente un regolare assegno mensile, come lo definisce?”.