Il campionato italiano di Nordic Walking torna a far tappa a Tivoli. Per il secondo anno le Acque Albule ospiteranno la manifestazione organizzata dalla Nordic Walking Tivoli Valle dell’Aniene ed indetta dalla FIDAL , Federazione Italiana di Atletica Leggera ,e dalla SINW Scuola Italiana Nordic Walking. L’appuntamento con la gara agonistica, valida per la terza tappa del Circuito Tricolore Campionato Italiano 2018 memorial Albero Gorini, è per sabato 19 maggio. La domenica mattina, poi, è previsto un tour non competitivo sui monti tiburtini per scoprire le bellezze del monte Catillo e dei monti Lucretili.

Alla gara del sabato, che si svolgerà anche quest’anno presso il parco delle terme Acque Albule, parteciperanno oltre 100 atleti. “Lo scorso anno è stata considerata una delle l tappe più bella delle sette che compongono il campionato – ha commentato Pietro Spano, presidente della Nordic Walking Tivoli Valle dell’Aniene –. Anche per questo, alla luce del successo dello scorso anno, la Fidal ci ha chiesto di organizzarla di nuovo. Quindi, con il patrocinio del Comune di Tivoli ed in collaborazione con il consigliere del sindaco per lo sport Alessandro Baldacci, abbiamo deciso di cimentarci di nuovo in questa avventura”.

“La prova del 19 – prosegue Spano –, dal punto di vista tecnico sarà molto impegnativa. Gli atleti dovranno studiare bene le strategie di gara. Domenica, invece, faremo una bellissima escursione sul monte Catillo, passando per la Sughereta ed arrivando a fonte Bologna. Ci fa piacere far conoscere a tanti appassionati, provenienti da tutta Italia, le nostre ricchezze e le nostre montagne. È anche una grande soddisfazione per la Nordic Walking Tivoli Valle dell’Aniene poter organizzare una delle tappe con il maggior numero di iscrizioni di tutto il circuito”.
“L’amministrazione comunale, come lo scorso anno, ha collaborato all’organizzazione della manifestazione che, oltre a essere un evento sportivo, è anche un modo per far conoscere le aree di interesse turistico della nostra città” ha commentato il consigliere Baldacci.