Al via Concerti in cammino, dodici incontri di musica e natura aperti a tutti nelle chiese, nei castelli, nei borghi, sui monti e sulle terrazze nella valle del Turano. Domenica 15 aprile il primo appuntamento, che prevede, dopo una breve camminata verso Anturi un concerto d’archi dell’orchestra Ensamble Enarmonia diretta da Alvaro Lopes Ferreira con le musiche di Mozart, Mendelssohn e Moore nelle stanze del Palazzo del Drago. Al termine dello spettacolo verrà introdotto il programma degli appuntamenti successivi. Il borgo medievale di Anturi, abbandonato dopo la guerra e ricostruito negli anni ’90, si trova a solo un’ora da Roma immerso nella Riserva Naturale Monte Navegna e Monte Cervia e si erge tra il lago del Turano e la catena dei monti Carseolani. Al borgo si accede attraverso una strada sterrata con un dislivello di circa 130 metri intorno al monte.

Durante la salita le guide racconteranno la storia della valle del Turano, dai primi insediamenti romani fino all’evento del lago negli anni ’30, e quella del borgo di Anturi fino alla sua ricostruzione. Prima di arrivare al borgo è prevista inoltre una deviazione su un sentiero che condurrà all’eremo di San Benedetto, grotta naturale con al suo interno affreschi del ’600. Arrivati infine in cima al Monte Antuni, si visiteranno i ruderi recuperati, l’arco d’ingresso, e il palazzo Del Drago, con le sue mura, le sue sale e i suoi panoramici giardini. Dopo la visita è previsto un pranzo al sacco e alle 15:00 avrà inizio il concerto dell’orchestra d’archi. La partenza è prevista alle 10 presso il bivio di Castel di Tora, Casina del Gelato. Il costo è di 15 euro con pranzo al sacco e una volta scesi a valle, per chi volesse, è possibile fermarsi per cena e usufruire di una convenzione con il ristorante La Riva del Lago al costo di 15 euro. Il numero massimo di partecipanti è 100. E’ consigliato un abbigliamento sportivo, da trekking, adatto alle temperature previste.
Virginia Gigliotti