Continuano gli appuntamenti del venerdì sera alla biblioteca comunale di Mentana con Maratonoir, iniziativa presentata dal circolo cultural e  Pequod e dall’associazione culturale Barricata, che propone la proiezione di pellicole noir offrendo un panorama complessivo della storia di questo genere cinematografico. Ogni incontro prevede la proiezione di tre film rispettivamente alle 18, alle 20 e alle 22 in lingua originale con sottotitoli in italiano.L’ingresso è gratuito e consentito fino al riempimento dei posti disponibili e prima di ogni proiezione delle 20 sarà offerto un breve snack.
Di seguito il programma dei prossimi incontri.

Venerdì 13 aprile:
Alle 18 “On dangerous ground” di Bravissimi Robert Ryan e Ida Lupino, un poliziotto rude ed aggressivo viene mandato lontano dalla sua città a risolvere un caso di omicidio, ma scopre una umanità che lo trasformerà.
Alle 20 “The hot spot” di Dannis Hopper, un film di derivazione letteraria, un incalzante neo-noir con colpi di scena e disincantata atmosfera.
Alle 22 “Gilda”, film in cui la Hayworth buca lo schermo con la sua bellezza e le canzoni.

Venerdì 20 aprile:
Alle 18 “This gun for hire” di Frank Tuttle, film tratto da un romanzo du Graham Greene e diretto da un grande artigiano del noir in cui è presente l’epica coppia di Veronica Lake e Alan Ladd.
Alle 20 “Lady in the lake” di Robert Montgomery, da un romanzo di Raymond Chandler, un film che si distingue per un protagonista (lo stesso regista nei panni dell’agente privato Philip Marlow) ripreso quasi sempre in soggettiva.
Alle 22 “Miller’s crossing”, i fratelli Coen producono e dirigono un neo-noir derivato dal romanzo di Dashiell Hammett, una storia di gangster anni ’20, disperata, violenta e senza pietà.

Venerdì 4 maggio:
Alle 18 “Laura” di Otto Preminger, il regista olandese dirige un contorto intreccio amoroso condito da un omicidio e dalla presenza di un poliziotto che si innamora di una donna dipinta in un quadro.
Alle 20 “L.A. Confidential” di Curtis Hanson, dei poliziotti si trovano ad indagare su un losco affare in città ma anche all’interno del loro corpo, compromesso con la delinquenza.
Alle 22 “Le samourai” di Jean-Pierre Melville, uno dei migliori noir francesi, la storia degli ultimi delitti di un assassino provetto e spietato ma solitario ed entrato nel mirino della polizia e degli stessi malavitosi, quando commette un errore per eccesso di umana attenzione.

gioco d'azzardo dipendenza