AldoCerroni_Banner_4

Non c’è pace per il cimitero di Castelchiodato e in particolare per i resti delle bare dei defunti post-estumulazione, ovvero quella procedura che prevede di spostare i cari estinti dalle bare alle cappelle familiari. Le bare, prima abbandonate all’interno del cimitero come raccontato da questa testata, adesso sono state spostate all’interno della cappella cimiteriale. A denunciare la nuova collocazione è la consigliera comunale di Forza Italia Arianna Plebani. “A seguito della segnalazione – dichiara la consigliera – fatta da un cittadino di Castelchiodato di domenica 4 febbraio, il giorno dopo ho inviato una mail urgente al sindaco chiedendo delucidazioni in merito. La risposta mi è stata inviata il giovedì sera 8 febbraio ma non è stata esaustiva del problema, invece come al solito si è puntato il dito sulla passata amministrazione (non si capisce perchè visto che tali episodi non si sono mai verificati). Dopo tutto questo polemizzare da parte del sindaco il problema permane ed è aggiornato dal fatto che domenica 11 febbraio, non solo i rifiuti non sono stati portati via ma sono stati ulteriormente spostati e mi chiedo da chi visto che si parla di rifiuti nocivi. Attualmente si trovano nella cappella del cimitero”. Intanto i sei consiglieri d’opposizione (la stessa Plebani con Giancarlo Coltella, Maria Rendini, Michela Moriconi, Francesco Petrocchi e David Perria) hanno sottoscritto una richiesta unitaria per un consiglio comunale straordinario su questa tematica.
Vincenzo Perrone

Cartaginese_Banner_4