Tutto pronto per il Carnevale di Tivoli? Decisamente no. A sottolineare l’assenza della materia prima e i tempi stretti con cui il Comune si sta muovendo, è l’avviso pubblico attraverso il quale Palazzo San Bernardino parte alla ricerca di idee e progetti per prepararsi all’arrivo della stagione dedicata alle maschere e ai travestimenti. Anche questa volta lo strumento principe è quello della chiamata alle armi collettiva, sebbene la brevità dei giorni messi a disposizione sia una questione di non poco conto. In particolare sono due le richieste che vengono avanzate per chi vuole essere protagonista del Carnevale di Tivoli: la prima riguarda l’ideazione e la progettazione dei carri, la seconda invece la creazione di costumi e maschere in vista delle date in cui sono previsti i festeggiamenti: il 28 gennaio a Tivoli centro, il 3 febbraio a Tivoli Terme, il 4 febbraio a Campolimpido, 10 febbraio a Villa Adriana, l’ 11 e il 13 febbraio di nuovo a Tivoli centro. Sul piatto per i partecipanti, si tratta di associazioni, ci sono 10mila euro che verranno assegnate da un’apposita commissione a seconda dei punteggi ottenuti originalità, attinenza al tema, partecipazione e così via. Per preparare tutti c’è una settimana di tempo: la data di scadenza è fissato per il 18 gennaio alle ore 12. Il conto alla rovescia è già partito. alc