Scatta la “massima solidarietà ai lavoratori” e un’interrogazione urgente sull’Italian Hospital Group. Il capitolo amaro è sempre quello dei debiti del Comune di Guidonia Montecelio che deve alla struttura 3 milioni e mezzo di euro. A rischio stipendi e tredicesime di 600 lavoratori eppure – denuncia il consigliere del Pd Mario Lomuscio e vice presidente dle consigli comunale – il sindaco Michel Barbet “ha dato forfait” a un incontro con i vertici di Ihg.

“Non è certo un bel segnale, per la tranquillità degli operatori e delle famiglie che quotidianamente affidano i propri congiunti in situazione di debolezza alla struttura sanitaria indicata, vedere una così scarsa sensibilità su temi importanti come la salute e il lavoro. Al riguardo rappresento piena disponibilità per i lavoratori e i sindacati che stanno affrontando con prontezza e determinazione questa situazione. Oltre a non dare risposte certe il sindaco di Guidonia Montecelio non si è presentato all’incontro fissato per il giorno 5 dicembre né sembra aver indicato altre date, adottando un atteggiamento superficiale e gettando nel panico i lavoratori che vedono concretizzarsi sempre di più la possibilità di un Natale amaro per se stessi e le loro famiglie. Qualunque siano le risposte e le azioni da compiere un sindaco non può sottrarsi al confronto, il primo cittadino dovrebbe tentare ogni azione volta ad affrontare e risolvere i problemi del suo territorio, specialmente se la controparte suggerisce possibili soluzioni, vedasi la compensazione proposta. Preannuncio sin da ora la presentazione di una specifica interrogazione sulla materia anche per capire se il Comune si sia attivato con i competenti uffici regionali per la definizione della problematica. Infine voglio esprimere la massima solidarietà ai lavoratori e ai loro famigliari – conclude Lomuscio – sono vicino alle famiglie dei ricoverati, un’amministrazione deve garantire la massima attenzione per un tema così importante”.