Sono scattate nei giorni scorsi, su disposizione della procura, le perquisizioni nei confronti di una “banda”, composta da tre giovani italiani accusati di furto aggravato, avvenuto nella primavera scorsa, in danno di un supermercato di Villa Adriana da dove erano stati arraffati diversi smartphone e prodotti per l’igiene personale. In azione la squadra anticrimine del commissariato di Tivoli. I tre, tutti con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e per la violazione del testo unico sugli stupefacenti, entrando nel negozio durante l’orario di apertura e dopo aver eluso la sorveglianza dei commessi, approfittando della momentanea assenza di clientela, avevano forzavato, danneggiandole, le ante di una vetrina da cui avevano prelevato il materiale di valore, poi si erano rapidamente dileguati passando attraverso la corsia riservata al “senza acquisto”. L’analisi delle immagini registrate dall’impianto di video sorveglianza ha poi permesso agli investigatori di riconoscere i tre: un 29enne di Villanova e altri due di Villa Adriana, un 19enne e 21enne per cui i poliziotti hanno subito richiesto l’emissione dei relativi decreti di perquisizione, la cui esecuzione ha permesso di recuperare parte della refurtiva oltre ad una piccola quantità di marijuana, coltivata ed essiccata in casa, che è stata sequestrata. RedCro