museogaribaldino2Il giorno è arrivato, riapre in occasione del 150esimo anniversario della Battaglia di Mentana il museo garibaldino, completamente rinnovato. Il Muga, come è stato ribattezzato dopo questo restyling, si compone di due edifici: l’ala espositiva, ristrutturata e rinnovata sulla disposizione dei cimeli e la nuova ala multimediale. Quest’ultima sala è la prima fase di un progetto di innovazione che riguarderà il nuovo spazio museale pensato per far vivere in prima persona la Battaglia di Mentana. Ad accogliere il visitatore sarà una sala in penombra, effetto reso possibile dall’utilizzo di adeguate vetrofanie, e un quadro parlante che si animerà al suo ingresso grazie a un sistema di sensoristica. Protagonisti Garibaldi e il suo racconto delle gesta, degli ideali e dei sentimenti che hanno contraddistinto la battaglia. La narrazione sarà accompagnata da un progressivo illuminarsi di sei cimeli storici, tra cui armi e giubbe garibaldine, che contestualizzeranno il racconto. A chiudere l’esperienza a tutto tondo saranno le note dell’Inno di Mameli e la consapevolezza che tre anni dopo la sconfitta di Mentana, Roma fu finalmente conquistata e annessa al Regno d’Italia. Gli allestimenti multimediali sono stati realizzati da ETT SpA, industria digitale e creativa internazionale specializzata in innovazione tecnologica ed Experience Design, nonché ditta che si è occupata anche del racconto multimediale che sta facendo vedere ogni giorno a milioni di turisti com’era l’Ara Pacis di Roma. E con l’inaugurazione del museo sarà anche presentato anche il sito web del Muga: http://www.mugamentana.it, sviluppato secondo le più moderne tecnologie e già attivo.