Aveva una piantagione di canapa indiana con tanto di sofisticato impianto di irrigazione, il 45enne arrestato dai carabinieri della Stazione di Fiano Romano con l’accusa di detenzione e coltivazione di sostanza stupefacente.
I militari erano impegnati in una seri di servizi di pattugliamento delle aree rurali, recentemente intensificati per l’emergenza incendi, quando hanno individuato in un terreno in località Caricarole un’estesa piantagione di canapa indiana composta da 85 piante, le più alte sfondavano quota 2 metri, per complessivi 70 Kg di marijuana. L’ignoto coltivatore aveva anche progettato e messo in opera un sofisticato impianto di irrigazione automatizzato, regolato da timer. Seguendo l’impianto idrico, i carabinieri sono arrivati all’abitazione del 45enne dove, nel corso della perquisizione, sono stati recuperati altri 320 g di marijuana pronta per essere venduta. Le piante sono state estirpate e sequestrate e verrà inviata ai laboratori chimici per gli opportuni esami qualitativi, il “coltivatore diretto”, invece, è stato posto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.