“Noi non siamo e non diventeremo la buca dell’immondizia di Roma”. Si moltiplicano le reazioni all’ipotesi di una discarica in provincia per i rifiuti capitolini, il candidato sindaco di centrosinistra Emanuele Di Silvio annuncia che la protesta coinvolgerà anche Guidonia Montecelio. Dopo le decisioni uscite fuori dalla direzione provinciale del piddì, che proprio ieri ha deciso per la mobilitazione straordinaria in cento piazze, il candidato del Pd commenta: “Sposiamo pienamente la linea indicata ieri dalla direzione federale del Partito democratico della Provincia di Roma sul tema dei rifiuti della Capitale. Anche noi saremo in piazza il 27 e il 28 maggio  – dice Di Silvio – aderendo alla mobilitazione indetta in tutti i comuni della Provincia di Roma contro l’ipotesi di vedere il nostro comune ancora una volta pagare pegno diventando la discarica di Roma”. Una campagna di sensibilizzazione alla quale si affiancano anche atti formali: “Stiamo preparando le osservazioni al documento sulle possibili delocalizzazioni dei rifiuti romani del sindaco Raggi che proporremo al Commissario Prefettizio”. I Comuni infatti hanno sessanta giorni di tempo per inviare le proprie osservazioni negli uffici della Città metropolitana guidata dalla Raggi, da dove è partito il documento che ha generato la girandola di proteste e il clima d’allarme.

cerroni

banner ammaturo