Via le piante infestanti e i giochi malridotti, per il giardino di Campolimpido comincia una vita nuova. Riaprirà i cancelli oggi pomeriggio alle 16 e 30, con una piccola festa, il parco intitolato alla memoria del “Cavaliere Umberto Paglia”. Una storia difficile quella della piccolo prato che si trova proprio su via di Campolimpido, simile a quella di molti altri sparsi qua e là tra le strade e i quartieri della Superba. Le vicende legate alla gestione dei polmoni verdi cittadini sono ormai parte integrante della memoria storica del comune: la stagione degli affidamenti alle associazioni e comitati cittadini è finita male, tra abbandoni e sequestri per abusi edilizi e chi più ne ha più ne metta, e la ricognizione dell’assessore all’Ambiente del comune, Maria Ioannilli, non ha portato finora a nulla di concreto.

L’operazione che oggi porterà ad un nuovo taglio del nastro, infatti, non porta la firma del Municipio ma di un consigliere comunale di opposizione, la forzista Laura Cartaginese, che ha raccolto l’appello lanciato su Facebook dai cittadini, stanchi di dover “emigrare” verso Villalba per dare ai propri figli la possibilità di passare qualche ora all’aria aperta. Così in una manciata di settimane l’area è tornata agibile e soprattutto sicura. “Da tempo i cittadini del quartiere chiedono al Comune di avere spazi verdi poter far giocare i propri figli o semplicemente passare qualche ora all’aria aperta, un luogo che sia davvero a misura di persona”, dice Cartaginese che ha lavorato al progetto di recupero insieme all’associazione “Amici di Campolimpido”. Ora il compito da portare a termine sarà quello di mantenere lo sforzo fatto.