L’ala tiburtina Marcello Falzerano, nato a Pagani ma cresciuto da sempre a Villanova e dintorni, torna in Serie B dopo 4 anni, quando collezionò 4 presenze nella serie cadetta con la maglia del Grosseto nella stagione 2012/2013. Grazie al campionato vinto dal suo Venezia in Lega Pro, allenato dal grande Filippo Inzaghi, Marcello può finalmente riaffacciarsi nel calcio che conta a partire dalla prossima stagione, che vedrà i lagunari impegnati nel torneo secondo solo alla Serie A in Italia.

Dopo aver inseguito a lungo il sogno della cadetteria nelle passate stagioni con le maglie di Pistoiese e Bassano, ora Falzerano ha raggiunto il proprio obiettivo, collaborando in maniera fattiva alla Promozione del Venezia grazie alle sue 11 presenze e a una rete messa a segno proprio contro la sua ex squadra veneta, con cui il centrocampista ha giocato fino a gennaio.

Cresciuto nelle giovanili del Savio, notato da rappresentanti della Lazio per le sue doti atletiche e tecniche, Marcello è stato subito adocchiato da Simone Inzaghi, che ha consigliato l’acquisto a suo fratello questo inverno. Dopo una prima parte di carriera divisa tra Salernitana, con cui segnò un gol nel derby proprio contro la “sua” Paganese, Avellino, Latina, Grosseto e Ascoli, il passaggio al Gubbio nel 2014 ha rappresentato il trampolino di lancio definitivo di questo ragazzo.

Rapidissimo, in grado di giocare indipendentemente sia come ala destra che sinistra, Falzerano è uno di quei giocatori che se in giornata di grazia risulta letteralmente immarcabile nell’uno contro uno. Tanti gli assist in carriera, assieme a una ventina di gol messi a segno complessivamente, un buon bottino per lui che una vera punta non è. E che adesso che ha ritrovato la sua vera dimensione, non vuole assolutamente più lasciarla.
Alessandro Galastri