Un fine settimana speciale a Marcellina, dedicato alle sue ricchezze archeologiche. Protagonista è il vasto complesso di età romana (risalente al II-I secolo a.C.), probabilmente con destinazione artigianale-produttiva, scoperto tra l’ottobre e il novembre del 2016 durante le indagini archeologiche preliminari alla realizzazione della variante del gasdotto Snam “Mediterraneo-Italia”. Sarà presentato al grande pubblico sabato 18 febbraio nel convegno, con apertura alle 9 e 30 nel complesso medioevale di S. Maria in Monte Dominici. Una intera giornata di studio e confronto, aperta dai saluti del sindaco Alessandro Lundini, con numerosi interventi tra i quali l’assessore Antonio Bassani, il presidente del parco naturale dei monti Lucretili Marcello Vasselli, con l’introduzione della soprintendente Alfonsina Russo e l’alternarsi degli studiosi, a cominciare dall’archeologo Zaccaria Mari. Ma tanti saranno i contributi nell’arco dell’intera giornata, spezzata intorno alle 13 da un pranzo degustazione nei ristoranti di Marcellina aderenti all’iniziativa. Il sabato si concluderà alle 18 con l’inaugurazione del primo nucleo dell’Antiquarium Comunale. Ma non finisce qui. Domenica 19 sono infatti in programma visite guidate alla cisterna denominata “Grotte dei Vici” e alla villa in località Peschiera, entrambe oggetto di recenti lavori di scavo e valorizzazione. Per partecipare, appuntamento in piazza alle 9 e 30.